Area riservata

CONTINUA IL CROLLO DELLE IMPRESE ARTIGIANE: -165MILA IN 10 ANNI

Negli ultimi 10 anni la contrazione delle imprese artigiane è stata pesantissima: -165.500 attività (-11,3%). Una caduta che non ha registrato soluzioni di continuità in tutto l’arco temporale analizzato (2018-2009), e nell’ultimo anno (2018 su 2017) il numero complessivo di questaa tipologia di imprese è sceso di oltre 16.300 unità (-1,2%)
Questa l’immagine sconfortante presentata dalla CGIA di Mestre, nell’analisi pubblicata il 2 febbraio sul proprio sito internet.
Il coordinatore dell’Ufficio studi Paolo Zabeo ha così commentato il dato: "La caduta dei consumi delle famiglie e la loro lenta ripresa, l’aumento della pressione fiscale e l’esplosione del costo degli affitti hanno spinto fuori mercato molte attività senza contare che l’avvento delle nuove tecnologie e delle produzioni in serie hanno relegato in posizioni di marginalità molte professioni caratterizzate da un’elevata capacità manuale. Ma oltre al danno economico causato da queste chiusure, c’è anche un aspetto sociale molto preoccupante da segnalare. Quando chiude definitivamente la saracinesca una bottega artigiana, si perdono conoscenze e cultura del lavoro difficilmente recuperabili e la qualità della vita di quel quartiere peggiora notevolmente. Altresì, c’è meno sicurezza, più degrado e il rischio di un concreto impoverimento del tessuto sociale".
Clicca qui per accedere all’analisi realizzata dalla CIGA.

Fonte: http://www.cgiamestre.com

professionisti in sinergia maruggi sarezzo
22 Luglio 2019 PUBBLICATE LE STATISTICHE CATASTALI 2018. IL PUNTO SUL PATRIMONIO IMMOBILIARE ITALIANO Leggi »
studio maruggi professionisti in sinergia
Studio Maruggi Industria 4.0