Area riservata
immagine-news-rs

R&S: 4.0 non è solo iperammortamento.

Quando si parla (ed in questo periodo il livello del dibattito è assai elevato) di Industria 4.0, si tende a focalizzare l’attenzione, per ciò che riguarda le agevolazioni fiscali, sulla misura dell’iperammortamento.

Vorremmo invece invitarvi a guardare agli obiettivi più ampi e complessivi del Piano Nazionale Industria 4.0, ovvero alla volontà di condurre l’industria nazionale (anche attraverso la leva fiscale) a livelli di maturità, consapevolezza e capacità di miglioramento continuo, superiori a quelli attuali e tali da consentire al nostro sistema industriale di continuare a competere, con sempre maggiore successo, a livello globale.

Quindi, parlando delle norme agevolative contenute nella Legge di Bilancio in una visione più completa e corretta, non possiamo dimenticare di evidenziare i potenziamenti apportati alle misure, che consentono di generare ed utilizzare uno strumento importante come il credito di imposta per attività di Ricerca e Sviluppo.

  • Si tratta di una misura duratura (più dell’iperammortamento) giacché copre il periodo 2016/2020;
  • Si tratta di una misura “potente”, giacché genera un credito di imposta utilizzabile in F24 a scomputo di qualunque tributo o contributo (quindi assimilabile a denaro cash);
  • Si tratta di una misura “automatica”, ossia non soggetta a domande o accettazioni preventive, ma solo ad eventuali accertamenti a posteriori circa la spettanza e la corretta determinazione dell’ammontare, nonché alla attestazione di quanto sopra da parte di un Revisore Contabile;
  • Si tratta di una misura di rilevante valore, giacché consente di trasformare in credito di imposta parti rilevanti di oneri che le aziende sostengono.

 

Non bisogna però lasciarsi “ingannare” dal pensiero che per primo si affaccia alla mente ovvero: R&S = attività complesse, prodotti nuovi, idee completamente innovative, brevetti.

In effetti la norma agevola una quantità di attività di ricerca: certamente quelle sul prodotto, ma anche quelle sul processo (ovvero, come faccio a svolgere in modo migliore una determinata attività che magari ho svolto da sempre).

Vi invitiamo, a questo proposito, a contattarci per approfondire la possibilità di poter utilizzare la norma nell’ambito della vostra impresa, attraverso l’intervento dei nostri tecnici e dei dottori commercialisti, che vi sapranno supportare nella predisposizione della documentazione che risulterà opportuno conservare al fine di dimostrare che l’attività è stata correttamente svolta e fornirvi l’attestazione richiesta.

professionisti in sinergia maruggi sarezzo
20 marzo 2019 ANPAL: IL “NUMERO UNICO DEL LAVORO” SI STA RINNOVANDO Leggi »
studio maruggi professionisti in sinergia
Studio Maruggi Industria 4.0