La nuova bozza della Legge di Bilancio, all’articolo 184, contiene la disciplina sulle agevolazioni. Buone notizie per l’estensione della platea, per la riduzione dei tempi di ritorno del tax credit e per l’abbandono della quota incrementale per gli investimenti in macchinari e innovazione. Aumenta anche il credito d’imposta sui software. Ma manca qualsiasi riferimento alla ricerca e sviluppo: a quando il passo indietro? Industria Italiana ne ha parlato con Alessandro Marini del Cluster Fabbrica Inelligente.

Il Corriere della Sera, in collaborazione con Vodafone Business Lab, pubblica all’interno del suo speciale su Fase 3 e lavoro digitale, un’interessante intervista all’Ing. Alessandro Marini. Nell’intervista si ripercorrono le necessità di questa nuova fase lavorativa dovuta alla contingenza Corona Virus e si esplica come tutto possa diventare una grande opportunità di sviluppo.

Dopo quasi due mesi di chiusura delle attività produttive ed economiche è giunto il momento di prendere coraggio e tentare la ripartenza della “Macchina Italia”, con particolare riferimenti alle filiere produttive ad alto valore aggiunto con pesante esposizione verso la concorrenza internazionale…