Area riservata

EQUO COMPENSO: LA RIFORMA NON è PIù RINVIABILE

Durante il Tavolo tecnico tenutosi il 3 luglio scorso presso il Ministero della Giustizia e convocato dal sottosegretario Jacopo Morrone al fine di esaminare le prime proposte finalizzate all’elaborazione di una riforma condivisa dell’equo compenso, il Ministro Alfonso Bonafede ha dichiarato: “Non è una questione meramente economica ma riguarda la dignità dei professionisti e il livello del contributo che essi apportano alla società”.
“Vogliamo dare un messaggio concreto dell’intensa operatività con cui il ministero affronta questa tematica. Si può affermare che questo Tavolo è il cervello, ovvero l’unica sede a cui spetta l’elaborazione di questa materia a vantaggio di tutte le professioni”, ha ribadito il ministro, a cui si è aggiunto il sottosegretario Morrone, spiegando che “l’obiettivo è valorizzare l’attività dei professionisti che hanno un peso importante e un ruolo di primo piano nella nostra società. Non è quindi più rinviabile una riforma che consenta alle libere professioni di recuperare la centralità che spetta loro nel sistema paese, assicurando un compenso proporzionato alla quantità e alla qualità del lavoro svolto, oltre che al contenuto e alle caratteristiche della prestazione professionale”.

Fonte: https://www.gnewsonline.it

professionisti in sinergia maruggi sarezzo
06 Dicembre 2019 MODULISTICA UNIFICATA: OBBLIGO PER I COMUNI DI PUBBLICAZIONE DEI NUOVI MODELLI ENTRO IL 31 DICEMBRE Leggi »
studio maruggi professionisti in sinergia
Studio Maruggi Industria 4.0