Feeds con tematica Lavoro

PARRUCCHIERI E SALONI DI ACCONCIATURA: LE INDICAZIONI DELL’ORDINANZA DELLA PUGLIA

Pubblicato il 11 Maggio 2020

Ad oggi non risultano emessi protocolli circa la ripresa delle attività di parrucchieri, saloni di acconciatura e centri estetici.

Alcuni spunti possono essere tratti dall’ ‘Ordinanza della Regione Puglia del 7 maggio 2020 emanata, appunto, per le attività di parrucchieri, pettinatrici e centri estetici, anche solamente per comprendere di quali materiali tali attività dovranno dotarsi.

In sintesi l’Ordinanza di cui sopra prevede che:

accesso dei clienti esclusivamente su appuntamento; garantire la presenza di distributore di liquido igienizzante; garantire la fornitura di una mascherina chirurgica al cliente se il cliente indossa una mascherina occorre sostituirla con quella che viene fornita dall’operatore
non devono essere presenti nel locale riviste-libri ad uso dei clienti
il cliente deve riporre eventuali giacche, soprabiti etc. in un armadio o attaccapanni posto in prossimità dell’entrata
adozione di specifiche procedure di sanificazione ambientale e degli strumenti di lavoro
garantire il rispetto di 1 mt. di distanza interpersonale tra un cliente e l’altro indipendentemente dal fatto che indossino la mascherina protettiva
ampliamento dell’orario di lavoro in modo di garantire la massima distribuzione degli appuntamenti
scrupolosa igiene personale prima di recarsi al lavoro (completa detersione del corpo compresi i capelli)
indossare una divisa pulita ad ogni turno di lavoro
divieto di consumare i pasti all’interno del luogo di lavoro
indossare mascherina e occhiali o visiera protettiva
se il cliente non può indossare la mascherina chirurgica l’operatore deve procedere ad accurato lavaggio delle mani e subito dopo indossare la mascherina FFP2 (oltre ad occhiali o visiera protettiva)
va osservata l’igiene delle mani con lavaggi frequenti e trattamento con gel igienizzante; l’operatore non dovrà portare le mani sul volto, bocca, occhi se non prima averle igienizzate;
terminata la prestazione nei confronti del cliente occorrerà pulire con acqua e detergenti comuni la postazione, dopodiché disinfettarli con soluzione alcool etilico 70% + 30% acqua
utilizzare preferibilmente materiale monouso (ad es. le “mantelle” dei clienti)
le mascherine usate dovranno essere smaltite nell’indifferenziata

Nota dello studio: si reputa che occorra procedere due volte al giorno alla pulizia dei pavimenti, alla pulizia del banco cassa etc. con idonei prodotti igienizzanti; al banco cassa si suggerisce comunque l’installazione di un “parafiato”.

Potrebbe essere ipotizzabile il dotarsi di un macchinario di “produzione di ozono”, così come illustrato in altro articolo pubblicato su questo network. Link

Pubblicato il Maggio 11, 2020

Tematiche

Lavoro

CONTATTI - SOCIAL

CONTATTACI

Compila il form per fissare un appuntamento conoscitivo o richiedere maggiori informazioni.


    Impresa e Valore


    Sei alla ricerca di un partner multi-professionale per la tua azienda o il tuo business? Non credi sarebbe meglio affidarsi ad un grande Studio integrato, che sia in grado di accompagnarti, seguendoti passo passo con assistenti amministrative personali, Consulenti del lavoro, Ingegneri gestionali e informatici, Avvocati e Commercialisti di provata esperienza?

    CONTATTACI