Area riservata

Inserisci le tue credenziali per accedere all'area riservata di Studio Maruggi

IL CNF SULLA DISCIPLINA CHE REGOLA I RAPPORTI DELL’AVVOCATO CON LA CONTROPARTE ASSISTITA DA UN COLLEGA

L’avvocato commette illecito disciplinare se indirizza la propria corrispondenza direttamente alla controparte assistita da un Collega.
Questo comportamento è permesso, infatti, solo nei casi un cui si renda necessario intimare messe in mora, evitare prescrizioni o decadenze o richiedere determinati comportamenti di natura sostanziale è possibile. Anche in questi casi, comunque, è necessario inviare sempre una copia della missiva, per conoscenza, al Collega. (art. 41 ncdf, già art. 27 cdf).
Questo quanto stabilito dal Consiglio Nazionale Forense, con la sentenza n. 236 del 23 dicembre 2017.
Sempre nella stessa sentenza il CNF ha ritenuto "deontologicamente censurabile" il comportamento dell’Avvocato che contatti direttamente la controparte invitandola ad un incontro per la definizione della controversia e riceva la parte nel proprio studio senza la presenza del difensore.

Fonte: https://www.codicedeontologico-cnf.it

professionisti in sinergia maruggi sarezzo
20 aprile 2018 SLITTA A MAGGIO L’ENTRATA A REGIME DELL’ASSEGNO DI RICOLLOCAZIONE Leggi »
studio maruggi professionisti in sinergia
Studio Maruggi Industria 4.0